PROPHETS OF ADDICTION - NOTHING BUT THE TRUTH

PROPHETS OF ADDICTION - NOTHING BUT THE TRUTH (HighVolMusic,2018)

Nothing But The Truth presenta 10 tracce di sporco, crudo e impenitente acoustic Rock’n’Roll...gusto melodico e arrangiamenti minimali...Imperdibile!

Genere: Sleaze/Glam Rock
Voto: 8/10

Nothing But The Truth, ultimo lavoro dei  Prophets Of Addiction, presenta 10 tracce acustiche, l’album è stato mixato dal mostro sacro Phil Soussan (Ozzy, Billy Idol, Vince Neil), e la formazione vede oltre al mastermind/founding member Lesli Sanders alla voce principale, chitarre, pianoforte e percussioni, un altro giovane promettentissimo musicista alle 6 corde e cori, ovvero  Glenn Gilbert, membro anche di The Guillottines e Richie Ramone band.
Un album a mio avviso bellissimo nella sua semplicità. Dieci tracce acustiche, arrangiamenti minimali, linee vocali bellissime e un’atmosfera romantica e decadente che avvolge l’intero album.
Chi  cerca sperimentazioni  o spunti alternativi passi direttamente oltre, mentre chi ama le ballate acustiche dei  DOGS D’AMOUR  e dei  QUIREBOYS, o la malinconica decadenza di Johnny Thunders e del vecchio Tyla, corra a comprare l’album senza pensarci su due volte.
La voce di Lesli è rauca e graffiante come non mai, i cori pur rimanendo molto ‘intimi’ entrano in testa e non ne escono più, gli arpeggi e gli assoli di chitarra sono perfetti per l'atmosfera delle canzoni, e riescono a dare quel tocco in più senza mai eccedere o scadere in inutili virtuosismi.   
E poi i testi, che in album così diventano fondamentali. E così Lesli, un sopravvissuto di Hollywood e del Sunset Strip, utilizza queste dieci tracce per confidarsi con noi, perché sembra aver bisogno di condividere i suoi ricordi, e così ci racconta di sogni infranti, delle opportunità perse e gli amici andati:  ”…Behind these eyes I cry, this twisted heart of mine, come please rest my soul…not goin’ home…” .
I brani colpiscono tutti nel segno, nessuno escluso. Una citazione particolare va a BABYLON BOULEVARD, ALTER OF ALTERCATION, LAST OF THE WORDS e SPARE THE BULLETS, brani punk/glam già inclusi nei primi due album dei PROPHETS OF ADDICTION e ripresentati su NOTHING BUT THE TRUTH in questa nuova affascinante veste acustica, che li valorizza ancor di più; a confermare che quando un brano funziona, funziona in tutte le salse.
Il  vecchio LESLI ci aveva piacevolmente sorpreso con il suo album solista acustico MY EYES ARE GREENER ON THE OTHER SIDE (recensito su MELODY LANE al seguente link:  http://www.melodylane.it/NEWSITO/index.php/recensioni/recensionialbum/202-lesli-sanders), e adesso si riconferma alla grande, con un’altra gemma acustica di altissimo livello. NOTHING BUT THE TRUTH deve essere ascoltato dall'inizio alla fine, senza saltare nessun brano. E’ un disco che merita sicuramente un posto d’onore fra i vari album acustici usciti negli ultimi anni e mi sento di consigliarlo vivamente a chi ha apprezzato i lavori solisti di John Corabi, Mike Tramp, Izzy Stradlin e Tom Keifer.
“…I've been through hell in the city of Angels …”, sedetevi e rilassatevi, Lesli ha veramente tanto da raccontare.

Tracklist:

American Dream
Altar of Altercation
Babylon Boulevard
Talkin’
Last of the Words
Spare the Bullets
Hollywood
Atmosphere
Heart of Mine
Return the Smile

Line up:

Lesli Sanders: Vox, guitars, piano, percussions
Glenn Gilbert: Guitars, backing vocals

 

Articolo di Daniele Pietrini
Sul WEB: https://www.facebook.com/TheProphetsofAddiction/