INTERVISTA A LESLI SANDERS

INTERVISTA A LESLI SANDERS DEI PROPHETS OF ADDICTION intervista di DANIELE PIETRINI
 
MELODY LANE ha intervistato Lesli Sanders, il carismatico bassista/cantante leader dei PROPHETS OF ADDICTION.  Lesli, che proprio in questi giorni è in tour negli USA, per promuovere il suo nuovo album solista “My Eyes Are Greener on the Other Side”, ci ha raccontato del futuro dei PROPHETS OF ADDICTION ma anche molte cose del suo passato: dai suoi giorni nei Pretty Boy Floyd, all’amicizia con il produttore Phil Soussan (ex Ozzy Osbourne) e con il talentuoso C.C. De Ville, il chitarrista dei Poison che ha suonato come special guest nel secondo album dei PROPHETS OF ADDICTION “Reunite the Sinners”. Ecco a voi la confessione del profeta!
INTERVIEW AVAILABLE ALSO IN ENGLISH LANGUAGE
 

 

MELODY LANE: Ciao Lesli, puoi dirci chi sono oggi i membri permanenti dei Prophets of Addiction? Oltre a te ci sono Glenn Gilbert e Jimmy Mess giusto? Suoneranno con te sia in tour che sul prossimo album?
LESLI SANDERS: Al momento i soli membri permanenti dei Prophets of Addiction siamo io come voce e basso e Glenn Gilbert alla chitarra. Con Glenn condividiamo completamente sia l’idea del suono sia la proposta musicale che i Prophets of Addiction hanno e dovranno avere. Voglio portare musicalmente i Prophets of Addiction ad un altro livello. La band era diventata stagnante e non mi divertivo più. Voglio una nuova sfida, voglio scendere dal palco e sentirmi dire che la band è stata semplicemente fantastica, questo è tutto ciò che mi interessa. Jimmy Mess ha lasciato la band, una decisione che tutto sommato è andata bene anche a noi, troverò un nuovo batterista che sarà coinvolto nella stesura dei nuovi brani. I grandi batteristi sono in genere anche grandi arrangiatori e sarebbe bello avere degli input sulle canzoni dalla prospettiva di un batterista.

MELODY LANE: Com’è andato fino ad oggi il tour di “Reunite the Sinners”? Lo estenderete al 2017? Ci sono possibilità di vedere i Prophets of Addiction qui in Europa? Continuerai a portare in tour anche il tuo progetto acustico e come sta reagendo il pubblico a questi show acustici?
LESLI SANDERS: Siamo stati in tour tantissimo per “Reunite the Sinners”, circa 150 concerti in tutti gli USA. Al momento si, abbiamo pianificato di venire a suonare in Europa ma è tutto nelle mani delle booking agencies che ci stanno lavorando . Stiamo lavorando anche sul nostro ritorno in Australia. Al momento sono in tour, un tour acustico che durerà tre settimane, per promuovere il mio nuovo album solista “My Eyes Are Greener on the Other Side.” Dopo il tour andrò in Texas, dove io e Glenn Gilbert faremo delle date ‘unplugged’ come Prophets of Addiction, e lavoreremo sul nuovo materiale. Ci sono delle etichette interessate ad ascoltare come suoneranno i nuovi Prophets of Addiction, quindi devo consegnare loro del materiale e poi decideranno se vorranno andare avanti con il progetto.
Il pubblico è stato fantastico. Sono concerti acustici, quindi non mi aspetto masse di fans che urlano in preda alla follia. Fino ad oggi, tutti quelli che sono venuti ai concerti, e che conoscevano le canzoni, sono stati molto coinvolti e hanno cantato alla grande.
 
MELODY LANE: Raccontaci qualcosa sul processo creativo della musica dei Prophets of Addiction. Sei tu il compositore principale e scrivi tu i testio possiamo parlare di un lavoro di squadra?    
LESLI SANDERS: In passato ero io il compositore principale con qualche contributo qua e là dagli altri. Adesso che stiamo iniziando a comporre il nuovo materiale, sono piuttosto eccitato nell’avere questi ragazzi con me che possono lavorare sulle mie idee ed io posso lavorare sulle loro. Sarà una vera collaborazione, che servirà a tenere viva l’idea originale del sound della band. 
E’ ora di dirigere la nostra musica su altri lidi, abbiamo bisogno di aggiungere del “feeling”. Chi ci ascolterà dovrà muoversi, dovrà sbattere i piedi e saltare, non avranno scelta!   
 
MELODY LANE: Cosa puoi dirci del nuovo album? Uscirà nel 2017? Collaborerai ancora con Phil Soussan (Produttore ma anche importantissimo bassista che ha suonato con Ozzy Osbourne sull’album ‘The Ultimate Sin’ ed ha collaborato con Vince Neil dei Motley Crue alla stesura dei brani inclusi nel meraviglioso album solista del biondo singer californiano ‘Exposed’)
LESLI SANDERS: Penso che è ancora troppo presto per decidere in merito, devo prima portare il nuovo materiale alle persone giuste e sentire cosa ne pensano. A quel punto tutte le decisioni saranno prese e i vari budget saranno discussi.
 
MELODY LANE: Elencaci tre canzoni dalla discografia dei Prophets of Addiction, che possono definire il sound della tua band…Tre canzoni che possono aiutare i nostri lettori a conoscere il meglio dei Prophets of Addiction.
LESLI SANDERS: Questa è una domanda difficile, comunque se ne devo scegliere tre, scelgo  “Hang me Up”, “Self Portrait” and “Spare the Bullets”. Queste tre canzoni hanno un’atmosfera e un sound particolari, sono canzoni decisamente spavalde.
 
MELODY LANE: Il leggendario chitarrista dei Poison, C.C. DeVille, ha suonato l’assolo sul brano “Kings and Queens”, brano contenuto sul vostro secondo album “Reunite the Sinners”. Come sei diventato amico di C.C.? Qualche possibilità di sentirlo suonare sul tuo prossimo album?
LESLI SANDERS: Sono amico di C.C. DeVille da molti anni, uscivamo e ‘facevamo festa’ insieme. Adesso che quei ‘giorni di festa’ sono il passato, andiamo entrambi alla grande. L’ho semplicemente chiamato e gli ho chiesto se voleva aiutarmi su quel brano e lui ha accettato. Gli sono grato per quello che ha fatto, ha significato molto per me. Come esperienza è stata surreale, perché mentre registravamo gli assoli di C.C. , nello studio a casa di Phil Soussan, ci siamo presi una pausa e così mi sono ritrovato in cucina con loro due che raccontavano aneddoti e storielle sui Poison e su Ozzy Osbourne. Penso che se da ragazzino mi avessero detto che un giorno sarei stato a casa del bassista di Ozzy Osbourne a vedere il chitarrista dei Poison registrare un assolo su una mia canzone, non c’avrei mai creduto! Apprezzo così tanto di aver avuto queste esperienze nella mia vita. Non sono sicuro che C.C. suonerà sul nostro prossimo album, è di certo il benvenuto, e cazzo può unirsi ai Prophets of Addiction quando vuole! Ah Ah…
 
MELODY LANE: Cosa pensi dell’attuale scena glam/sleaze? Hai qualche band da consigliarci?...E potresti dirci due band con cui ti piacerebbe andare in tour?
LESLI SANDERS: Non sono molto aggiornato sulla scena attuale, faccio la mia musica e basta. Mi piacerebbe andare in tour con chiunque ci possa mettere difronte un pubblico interessato alla nostra musica e che possa portarci benefici dal punto di vista economico. Mi piacerebbe andare in tour con Michael Monroe, con i Dogs D’Amour, con i 69 Eyes o con i BackyardBabies. Fare un bel tour package con queste band sarebbe interessante!
 
MELODY LANE: Qualcosa riguardo la tua vita: Chi è Lesli Sanders quando non suona nei Prophets of Addiction o con il suo progetto solista? Hai anche un lavoro “normale” ed altri hobbies oltre alla musica, o la musica è il 100% della tua vita?
LESLI SANDERS: La musica è il 100% della mia vita ed è per questo che diventa difficile andare avanti quando incontri persone che invece la vivono solo come un gioco o un divertimento. Comunque recentemente mi sono laureato con lode in un corso di laurea quadriennale ed ho molti hobbies, che vanno dal lavorare sulle macchine, a diversi sport, alla pesca etc etc..
 
MELODY LANE: Oltre alla MarkyRamone’s band, ho letto che in passato hai suonato il basso anche nella band solista di Phil Lewis, il cantante degli L.A.Guns…
LESLI SANDERS: Ho suonato per un po’ con Phil Lewis, ma abbiamo fatto giusto qualche concerto. All’epoca nella band c’era anche Brent Muscat, il chitarrista dei FasterPussycat, ci siamo divertiti tantissimo.
 
MELODY LANE: Sono passati dodici anni dal tuo album con i Pretty Boy Floyd “Size does really matters”. Cosa pensi oggi di quell’album e come è stato lavorare con Steve Summers?
LESLI SANDERS: Steve è grande! E quello nei Pretty Boy Floyd è stato un periodo bellissimo. Sarò per sempre grato a Steve Summers e a KristyMajors per avermi chiesto di unirmi alla band. Quando siamo andati in tour con i Poison abbiamo suonato di fronte a platee immense  e poi siamo stati in Giappone e in Europa diverse volte. Sono stato con i Pretty Boy Floyd qualche anno, abbiamo fatto tantissimi concerti ed ho scritto tutte le canzoni di “Size does really matters” con l’eccezione di qualche testo scritto da Steve. Penso che su quell’album ci siano dei brani veramente buoni ma qualcosa è andato storto col mixaggio. Mentre noi eravamo in tour, l’album fu mandato alle etichette e fu pubblicato. Scoprii solo in seguito che il sound era così confuso. Di tutti gli album in cui sono stato coinvolto, “Size does really matters” è in assoluto quello che mi soddisfa meno.
 
MELODY LANE: Per concludere…Un messaggio a tutti i lettori di Melody Lane
LESLI SANDERS: Vi amiamo supporters della musica! Vi invito ad ascoltare i miei nuovi album e ad acquistare la musica …è un modo per tenere la vera arte viva! Andate ai concerti e supportate la musica live! Ho dato la mia vita per la musica!
 
Grazie a tutti
Lesli Sanders
PROPHETS OF ADDICTION
 
 
ENGLISH INTERVIEW:
 
 
MELODY LANE: Hi Lesli, first of all, could you tell us who are today the permanent members of Prophets of Addiction? You, Glenn Gilbert and Jimmy Mess right? Will these guys play both live on tour and on the next release?
LESLI SANDERS: As of right now Prophets Of Addiction is just myself and G.G. on guitar, he shares my vision as to where the band needs to be both sound wise and musicianship wise. I have never felt the band is where I want it musically and if I am going to continue to do this I need to take it to another level. The band had become stagnant and was not fun for me, I want to challenge myself, and I want to be rewarded when I walk off the stage knowing that band was simply amazing, and that is all I care about. Jimmy has left the band a decision that seemed to work for both of us and I will be finding a new drummer to be involved in the writing of the upcoming material, great drummers are generally great arrangers as well, and it would be nice to have input from a song writing drummers perspective.
 
MELODY LANE: How the “Reunite the Sinners” tour’s gone so far and will you extend it also in 2017? Any chance to see Prophets of Addiction play here in Europe? Will you keep touring also with your solo acoustic show? How audiences are reacting to your acoustic project?
LESLI SANDERS: Well we toured a lot for the Reunite the Sinners release, probably close to 150 shows in the USA. And yes we have planned to come to Europe, but that is in the hands now of the booking agencies which say they are working on it. A return to Australia is also in the works. Currently I am out on a 3 week acoustic solo tour of the USA in support of my new solo release “My Eyes Are Greener on the Other Side.” Next I head to Texas, where myself and G.G. will be doing Prophets Of Addiction “Unplugged” dates as well as working on some new Prophets Of addiction material. I have a few labels interested in hearing what the band will sound like now, so I gotta get em' some material, to see if they are willing to take the next step. The audiences have been great. It is acoustic so I dont expect a frenzy of screaming fans, but those that know the songs are very involved and singing every word.
 
MELODY LANE: Tell us something about the creative process of Prophets of Addictionmusic. Are you the main composer and do you write all the lyrics or we can talk about a team work?
LESLI SANDERS: In the past I have been the main writer with a little contribution here or there, as we begin working on new material, I am very excited about getting input and having these guys take my ideas and expand on them, and I am excited to take what they came up with and add my ideas, and make this a true collaborative effort all the while keeping the original idea of the band sound wise alive. It is time to take the music somewhere, we need to add a certain “feel” to the music the type of feel that makes a listener have to move, have to tap their feet, they have no choice.
 
MELODY LANE: What about the new album? Will you release in 2017 and will you collaborate again with Phil Soussan? Can you tell us something about his working method?
LESLI SANDERS: I think it is still to early to decide on that, I need to get music to the right people, and let them see what they think. At that point more decision making will start to happen, and budgets will be discussed.
 
MELODY LANE: List 3 songs, from the Prophets of Addiction discography, that can define the sound of the band … 3 songs that can help our readers to know Prophets of Addiction at the best …
LESLI SANDERS: Thats a tough question, however if I had to pick three I guess I would say “Hang me Up”, “Self Portrait” and “Spare the Bullets” all of these songs have a certain feel and vibe to them, a swagger that should be there.
 
MELODY LANE: The legendary Poison guitarist C.C. DeVille played a guest guitar solo on your track “Kings and Queens”. How have you become friend with C.C.? Any chance to have him again on your next releases?
LESLI SANDERS: I have been friends with C.C. for many years since we were both partying. Of course we are both doing great now since the party days are behind us.I called him up asked if he would do it he said “Of course I would love to help you out” I am so grateful for him doing that and it meant the world to me. It was surreal to me, while recording we did the tracking for C.C's solos at Phil Soussans home studio, we took a break and the three of us were in the kitchen and they were telling stories of Poison and Ozzy and I was getting my own private behind the music episode. Then I thought man when I was a teenager if somebody told me I would be at the bass players house from Ozzy and the guy from Poison was recording a solo on one of my songs, I am not sure I would of believed them. I appreciate these experiences in life so much. I am not sure about C.C. recording on the next release or not, of course he is always welcome, and fuck he can join the band if he wants HAHA.
 
MELODY LANE: What do you think of the actual glam/sleaze scene? Any favorite among the new bands to suggest us?… And could you tell us two bands you’d like Prophets of Addictionto tour with in the next future…
LESLI SANDERS: I am really not that aware of the scene, I kinda just do my thing, I would love to tour with anyone that would put us in front of a beneficial crowd from a business perspective. From a personal view point I would love to tour with Hanoi Rocks/Michael Monroe, Dogs D' Amour, 69 Eyes, Backyard Babies and Prophets Of Addiction….I think that would make a nice little tour package of all that is REAL.
 
MELODY LANE: Something about your life: who is Lesli Sanders when he’s not playing in Prophets of Addiction or in his solo project? Have you got also a “regular” job and different hobbies other than music, or music is 100% of your life? 
LESLI SANDERS: Music is 100% my life and that is why it can sometimes be so hard to do this, when I find others take this as a joke, hobby or party. I did however recently go to a 4 year university and with honors receive my BA degree. I do have a lot of hobbies ranging from working on cars, sports, fishing, outdoor activities, working in the yard doing artwork.
 
MELODY LANE: Apart from the MarkyRamone’s band, I read that you played bass also for the Phil Lewis band. How did you get the job as bass player in his solo band? Was it in 1999 when he released the “More purple than black” album? How’s been working with Phil?
LESLI SANDERS: What I did was play with Phil Lewis and we did some shows, Brent Muscat was also in the band at the time it was great fun.
 
 
MELODY LANE: Twelve years since your album with Pretty Boy Floyd “ Size does really matters”. What do think today of that album, and can you tell us something about how’s been working with Steve Summers? What about these two songs: Dead and 727? Were written by you right?
LESLI SANDERS: Steve is great, and I had a great time in Pretty Boy Floyd. I am forever grateful to Steve and Kristy for asking me to be part of that band. It was such a fun time playing huge shows, touring with Poison, going to Japan and Europe several times.
I spent quite a few years did many shows played on several recordings and actually wrote all of the songs on”Size Really Does Matter” except for a few lyrics written by Steve. I think that recording had some cool material on it however something went wrong with the mix, we left on tour and the CD was sent to the labels and released, I did not remember the mix sounding so muddy as you can tell by any recording I have ever been involved with that is not up to my satisfaction.
 
MELODY LANE: …a message to all MELODY LANE readers and followers
LESLI SANDERS: Love you all, supporters of music, please check out my new recordings, please make a purchase and keep true art alive,please support shows that come your way. I have given my life for this and am truly grateful to you all.
 
 
Lesli Sanders
PROPHETS OF ADDICTION