INTERVISTA A THEO

INTERVISTA A THEO DEI FROM THE SHORES intervista di DANIELE PIETRINI

Melody Lane ha intervistato THEO, uno dei membri fondatori della band death metal veneta dei FROM THE SHORES con il quale abbiamo parlato dei loro progetti e del loro album "Of Apathy" uscito nel 2016!
 

 

MELODY LANE: FROM THE SHORES, prima di tutto: di dove siete e da dove viene il nome FROM THE SHORES?
FROM THE SHORES: Ciao, innanzitutto grazie per lo spazio. La band è nata nel 2008 tra Venezia e Treviso, e il nome sta effettivamente ad identificare da dove veniamo.
 
MELODY LANE: Com’è nata la band e chi sono i membri o il membro fondatore?
FROM THE SHORES: I From The Shores sono nati dallo scioglimento di altre band, e nel tempo abbiamo subito un po' di cambi di line up. Di quella iniziale siamo rimasti io (Theo), Leo e Luca.
 
MELODY LANE: Chi sono attualmente i membri della band? Sono gli stessi musicisti che hanno suonato in studio? Avete avuto nel tempo cambi di formazione?
FROM THE SHORES: Come ti dicevo noi tre siamo lo zoccolo duro. Nel 2013 è arrivato Giorgio, nostro vecchio amico, quando la band nella quale suonava (i The Chain) si è sciolta.
E' arrivato in un momento molto delicato perchè stavamo scrivendo il disco ed eravamo rimasti senza batterista. Poco dopo è arrivato Nicolò che ha occupato il posto vacante dietro alle pelli.
Dal 2014 la band è rimasta questa, e la formazione è la stessa con la quale abbiamo registrato il nostro primo full 'Of Apathy', uscito un paio di mesi fa.
 
MELODY LANE: Quali sono i gruppi che vi hanno maggiormente ispirato e le vostre band preferite?
FROM THE SHORES: Dal nostro primo ep sono cambiate parecchie cose. In primis noi e i nostri ascolti.Diciamo che quando scriviamo non ci ispiriamo direttamente a qualcuno, o almeno ci proviamo.
Se però dovessi dirti quali sono i gruppi che più ci hanno influenzato come band direi At The Gates, Dissection e The Black Dahlia Murder. La lista delle nostre band preferite invece sarebbe molto varia.
Per quanto mi riguarda restano sempre i Misfits.
 
MELODY LANE: Qual è stata la più grande conquista fino ad oggi e qual è il prossimo obiettivo da raggiungere nel breve periodo?
FROM THE SHORES: Ci siamo tolti due belle soddisfazioni a fine 2016 pubblicando il nostro primo album e facendo il nostro primo tour europeo con i Six Feet Under. Per il futuro l'idea è sempre quella di alzare qualitativamente l'asticella.
 
MELODY LANE: Cos’è, secondo te, che rende i FROM THE SHORES diversi dalle altre band e quale delle vostre canzoni definisce al meglio il vostro sound?
FROM THE SHORES: Credo che ritenersi diversi o unici sarebbe presuntuoso. Diciamo che il miglior complimento che finora ci hanno fatto è stato il non riuscire a collegarci direttamente ad un'altra band.
Sì ok, facciamo death metal, però penso che siamo riusciti in qualche modo a rielaborare le band che ci hanno influenzato.  L'ultimo pezzo del nostro disco, 'Weakness Of The Flesh', è anche l'ultimo che abbiamo scritto in ordine di tempo, e credo rappresenti al meglio chi siamo adesso.
 
MELODY LANE: che differenze ci sono fra il vostro Ep " Until my last breath " e l'album " Of Apathy "? Siete completamente soddisfatti o ci sono scelte che non rifareste a livello compositivo o di sound?
FROM THE SHORES: Registrare 'Until My Last Breath' è stata la nostra prima esperienza in studio ed è stata molto importante per darci modo di maturare.'Of Apathy' arriva molti anni dopo, parecchi concerti dopo, alcuni alti e molti bassi. Abbiamo dato al disco tutto il tempo di cui aveva bisogno, dalla composizione alla registrazione, dal mixaggio alla distribuzione. Siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto e speriamo che anche chi ascolta possa apprezzare il nostro lavoro.
 
MELODY LANE: Diteci qualcosa riguardo al processo creativo della musica dei FROM THE SHORES. C’è un compositore principale o è un lavoro di gruppo?...Chi si occupa dei testi?
FROM THE SHORES: Il processo di scrittura dei pezzi è rimasto da sempre lo stesso, anche se adesso abbiamo un po' di esperienza in più che ci permette di organizzare il lavoro in modo più schematico. Leo si occupa di scrivere i pezzi; le idee principali partono da lui, le rielaboriamo insieme e aggiungiamo le nostre parti. Dei testi ci occupiamo io e Luca (voce).
 
MELODY LANE: Diteci due band del panorama attuale, con cui vi piacerebbe andare in tour al momento.
FROM THE SHORES: The Black Dahlia Murder e Fallujah.
 
MELODY LANE: Avete già date confermate nei prossimi mesi in Italia o all’estero?
FROM THE SHORES: Per il momento no, ma ci stiamo lavorando.
 
MELODY LANE: Per chiudere…Un messaggio a tutti i lettori di MELODY LANE.
FROM THE SHORES: Grazie a voi di Melody Lane per lo spazio.  Per i vostri lettori: abbiamo un disco, 'Of Apathy', fuori da un paio di mesi. Il modo migliore per restare in contatto con noi invece è la nostra pagina facebook: www.facebook.com/fromtheshores