INTERVISTA A CASEY DAMIEN

INTERVISTA A CASEY DAMIEN CHITARRISTA DEI THE BROKENDOLLS intervista di Daniele Pietrini
 
MELODY LANE intervista Casey Damien, chitarrista dei THE BROKENDOLLS. La band veneta ha da poco pubblicato il nuovo ep "Carillon Infernale", un ottimo mix di punk garage e glam. Se amate Turbonegro, Hellacopters e Backyard babies correte ad ascoltarlo!

 

MELODY LANE: Com’è nata la band e chi sono attualmente i membri della band? Sono gli stessi musicisti che hanno suonato in studio o avete avuto nel tempo cambi di formazione?
CASEY DAMIEN: Ciao! I THE BROKENDOLLS si sono formati nel 2007 a Cerea (Verona) per volontà di NINO (chitarra) e GIORDY (basso) ai quali si è aggiunto poco dopo ROS alla voce. L'ultima formazione, la stessa che ha registrato WOLVES AMONG SHEEP nel 2014 e il nostro nuovo EP "CARILLON INFERNALE" e comprendeva anche NICOLA alla batteria e me alla chitarra, è durata dal 2013 fino allo scorso Novembre quando SO è entrato in pianta stabile nella band come nuovo batterista.                                                                                                                                                                                                                                                                         
 
MELODY LANE: Quali sono i gruppi che vi hanno maggiormente ispirato e le vostre band preferite?
CASEY DAMIEN: All'interno del gruppo abbiamo gusti abbastanza eterogenei ed ognuno ha il suo gruppo preferito, io ad esempio sono un grande fan di KISS e OZZY OSBOURNE ma ci sono alcune band che ci trovano tutti d'accordo e sono le stesse che ci hanno ispirato negli anni.. AC/DC, THE STOOGES, DICTATORS, TURBONEGRO e GLUECIFER.
 
MELODY LANE: Qual è stata la più grande conquista fino ad oggi e qual è il prossimo obiettivo da raggiungere nel breve periodo?
CASEY DAMIEN: Per un gruppo come il nostro che si muove totalmente nell'underground riuscire ad essere ancora qui dopo 10 anni con la stessa voglia e lo stesso entusiasmo degli esordi è già di per se una grande conquista! Suonare di spalla a gruppi quali Valient Thorr e Peter Pan Speedrock o i molti concerti all'estero sono comunque esperienze di cui andiamo fieri. Per i prossimi mesi abbiamo intenzioni di suonare il più possibile sia in Italia che all'estero per poi dedicarci alla stesura di un vero e proprio LP.
 
MELODY LANE: Cos’è, secondo  te, che rende i THE BROKENDOLLS diversi dalle altre band e quale delle vostre canzoni definisce al meglio il vostro sound?
CASEY DAMIEN: Non crediamo di aver inventato niente di nuovo o di particolarmente diverso… It’s only Rock and roll! Se dovessi citare una canzone rappresentativa dei BROKENDOLLS del 2017 direi MY BAD OBSESSION. Contiene tutte le caratteristiche del nostro nuovo sound e penso che il prossimo album si muoverà in questa direzione compositiva.
 
MELODY LANE: Avete già pronto del nuovo materiale? Quando possiamo aspettarci una nuova release?
CASEY DAMIEN: Personalmente ho già alcune canzoni pronte e penso che per Nino sia lo stesso ma ancora non ci siamo trovati per capire cosa abbiamo tra le mani. Negli ultimi 6 mesi ci siamo dedicati solamente all’uscita del nuovo EP “Carillon Infernale” al video di “MY BAD OBSESSION” e alle prove con il nostro nuovo batterista.
 
MELODY LANE: Diteci qualcosa riguardo  al processo creativo della musica dei THE BROKENDOLLS … C’è un compositore principale o è un lavoro di gruppo?...Chi si occupa dei testi?
CASEY DAMIEN:  Per CARILLON INFERNALE avevamo l'esigenza e la voglia di registrare qualcosa velocemente... pochi pezzi da far uscire nel giro di pochi mesi. Ma quando io e Nino abbiamo iniziato a buttare giù le idee per le canzoni ci siamo accorti che la cosa non era così semplice. Chiunque abbia mai provato a comporre in saletta conosce bene quel momento di "stallo" in cui le idee non arrivano nemmeno se te le imboccano e si continua a suonare lo stesso riff per ore nella speranza che arrivi la svolta. La soluzione al nostro problema è stata scrivere e arrangiare i pezzi a casa, ognuno per conto suo, con l'aiuto di alcuni amici (Lester Greenowski e Luca D'Andria) per portare così in sala prove il prodotto finito che necessitava solo di essere provato all'infinito. I testi sono stati scritti da Ros. Personalmente sono legato al testo di NO PAST! NO FUTURE! dedicato ad uno dei personaggi fondamentali della scena punk/glam della nostra regione (Chelli, storico singer dei Padovani Crackhouse).
 
MELODY LANE: Diteci due band con cui vi piacerebbe andare in tour al momento.
CASEY DAMIEN: Rimanendo nella fascia del “possibile” direi che sarebbe bello poter suonare ancora con i nostri amici Valient Thorr  oppure con i THE HELLACOPTERS.
 
MELODY LANE:  Avete già date confermate nei prossimi mesi in Italia o all’estero
CASEY DAMIEN: Per ora abbiamo alcune date fissate in Germania a Febbraio e Settembre  e continueremo a suonare in Italia il più possibile. Ci sono già alcune date in programma a Febbraio e Marzo.  Seguite la nostra pagina Facebook per maggiori informazioni!
 
MELODY LANE: Per chiudere…Un messaggio a tutti i lettori di MELODY LANE…
CASEY DAMIEN: Supportate la scena underground… andate ai concerti… comprate cd e vinili… spargete la voce!!” Questa è una delle frasi che Ros continua a ripetere da quando lo conosco ed è l’unica ricetta che in questo momento può tenere in vita la scena musicale underground del nostro povero paese. Un saluto ai lettori di MELODY LANE e grazie per l’opportunità che ci state dando per farci conoscere!