INTERVISTA A FED

INTERVISTA A FED FONDATORE DEI WITCHES OF DOOM  intervista di DANIELE PIETRINI
 

Melody Lane  intervista FED il chitarrista e fondatore dei WITCHES OF DOOM. La band romana, con i suoi due album OBEY e DEADLIGHTS ha ricevuto responsi positivi sia in italia che all'estero ed a marzo si appresta a partire per un tour in Nord Europa. Venerdì 13 Gennaio i WITCHES OF DOOM sarannno al Traffic Live. Un consiglio per chi ama band come i 69 eyes, Paradaise Lost e Nine inch Nails: DA NON PERDERE!

 

MELODY LANE: WITCHES OF DOOM, prima di tutto: di dove siete, l'età media della band e da dove viene il nome WITCHES OF DOOM?
WITCHES OF DOOM: Ciao e grazie del vostro spazio.....siamo di Roma e l'età media varia dai 40 ai 23 anni. Quindi siamo omogenei nell'età. Il nome viene da un nostro brano che trovi su Obey - il nostro debutto del 2014 - che ha dato il nome alla band. Molte persone erroneamente credono che facciamo doom classico per via del nome, mentre in realtà la nostra musica è un compendio di goth,industrial,hard rock new wave e anche doom.

MELODY LANE: Com’è nata la band e chi sono i membri o il membro fondatore?
WITCHES OF DOOM: Allora la band è nata da una mia idea -sono Fed il chitarrista -. Circa 4 anni fà stavo lasciando il mio vecchio gruppo Ossimoro e da li ho iniziato a contattare altri musicisti. Il nucleo della band era formato da me,Andrea Budicin alla batteria, Jacopo Cartelli al basso,Danilo Piludu alla voce e per ultimo si è unito Eric Corrado alle tastiere. La band è nata a Gennaio 2013.

MELODY LANE: Chi sono attualmente i membri della band? Sono gli stessi musicisti che hanno suonato in studio o avete avuto nel tempo cambi di formazione?
WITCHES OF DOOM: Si siamo sempre gli stessi, non abbiamo cambiato line up.

MELODY LANE: Quali sono i gruppi che vi hanno maggiormente ispirato e le vostre band preferite?
WITCHES OF DOOM: Questa domanda è molto complicata...allora per quanto mi riguarda direi Paradise Lost, Cult, Danzig,Black Sabbath, Rammstein...in generale aggiungerei anche Depeche Mode, NIN ,Metallica, Slayer, Faith No More, David Bowie...siamo un gruppo eclettico che attinge da diversi tipi di musica e credo si senta nel nostro sound.  Nei due album che abbiamo pubblicato potete trovare tutte queste influenze....con un pizzico di nostra originalità. 

MELODY LANE: Qual è stata la più grande conquista fino ad oggi e qual è il prossimo obiettivo da raggiungere nel breve periodo?
WITCHES OF DOOM:  La più grande conquista è aver ricevuto molti responsi positivi ovunque...ricevere apprezzamenti per la tua musica anche fuori dall'Italia è la più grande soddisfazione. Suoniamo da 4 anni insieme e l' aver consolidato il nostro nome nell'underground cosi' velocemente non è stato facile, ma credo ci siamo riusciti. Per quanto riguarda i prossimi obiettivi...a breve andremo in tour in nord Europa per la seconda volta, poi abbiamo in programma di registrare una cover, ma non vi sveliamo quale, sarà una sorpresa.

MELODY LANE: Cos’è, secondo te, che rende gli WITCHES OF DOOM diversi dalle altre band ie quale delle vostre canzoni definisce al meglio il vostro sound?
WITCHES OF DOOM: Quando ascolti nuovi gruppi italiani e non, cerchi subito di capire a chi somigliano...anche perché oggi è difficilissimo creare qualcosa di nuovo. Noi siamo stati accostati ai Type o Negative con il primo disco, ma con il secondo Deadlights abbiamo cercato di ampliare il nostro raggio d'azione e come dicevo prima credo siamo riusciti nel nostro intento. Il nostro gruppo è diverso in questo rispetto alle altre band...perche siamo un gruppo coraggioso. Sai molti trovano una loro formula musicale e rimangono attaccati a quella per sempre. La canzone che ci definisce meglio....non saprei come rispondere; al momento direi Homeless siccome mostra diversi lati del nostro sound ed è sicuramente il brano più eclettico dell'ultimo disco.

MELODY LANE: che differenze ci sono fra DEADLIGHTS e OBEY? A distanza di tempo, siete completamente soddisfatti dei vostri due album o ci sono scelte che non rifareste sia a livello compositivo o di sound?
WITCHES OF DOOM: No rifaremmo tutto. Obey era rozzo e molto diretto...è stato partorito in poco tempo, ci eravamo appena formati e siamo entrati in studio pochi mesi dopo con delle tracce molto fresche. Deadlights invece è stato composto in un lasso di tempo molto più lungo...era entrato Graziano - il nostro tastierista - e si sente negli arrangiamenti del disco, molto più curati rispetto ad Obey. Sono due dischi molto diversi tra loro, ma che mantengono intatta l'identità della band...Obey  è molto più diretto e basato sulla chitarra, mentre DeadLights ha molte più tastiere, pur non perdendo il nostro suono potente.
In fase compositiva non cambierei nulla, perché sono due dischi che rappresentano due diversi momenti della vita del gruppo.

MELODY LANE: Diteci qualcosa riguardo al processo creativo della musica dei WITCHES OF DOOM. C’è un compositore principale o è un lavoro di gruppo?...Chi si occupa dei testi?
WITCHES OF DOOM:  In genere gli scheletri delle idee le porto o io o Graziano, ma anche gli altri sono molto prolifici e tutti insieme contribuiamo al risultato finale. Gli arrangiamenti li curiamo insieme, diciamo che è un lavoro di squadra.

MELODY LANE: Diteci due band del panorama attuale, con cui vi piacerebbe andare in tour al momento
WITCHES OF DOOM: Una domanda difficile...posso rispondere per me...mi piacerebbe andare in tour con i 69 Eyes e con i Rammstein...se proprio devo sognare...facciamolo in grande!

MELODY LANE: Avete già date confermate nei prossimi mesi in Italia o all’estero?
WITCHES OF DOOM: Si a Marzo staremo in tour nei paesi baltici, poi faremo delle altre date nei pressi di Roma. Comunque se volete rimanere aggiornati sui live del gruppo, seguiteci sulla nostra pagina FB.

MELODY LANE: Per chiudere…Un messaggio a tutti i lettori di MELODY LANE…
WITCHES OF DOOM: Il mio messaggio è quello di non limitarsi a mettere mi piace sulle pagine FB dei gruppi che seguite...bisogna andare ai live per non far morire la scena musicale che specialmente a Roma sta' alle corde....noi suoniamo al Traffic Venerdi 13 Gennaio...vi aspettiamo numerosi! Doom on!