INTERVISTA A JACK TAYLOR

INTERVISTA A JACK TAYLOR, BATTERISTA DEI TAX THE HEAT intervista di DANIELE PIETRINI

MELODY LANE ha intervistato, JACK TAYLOR il batterista dei Tax The Heat a margine del concerto tenuto a Roma all'ATLANTICO LIVE il 19 Novembre 2016.  

MELODY LANE:” Tax The Heat” è un verso incluso nella canzone dei Beatles Taxman. Quindi a parte i Beatles, quali sono i gruppi che vi hanno maggiormente ispirato e perché
JACK TAYLOR: Agli inizi della nostra carriera eravamo molto influenzati dalle bands degli anni ’60, bands come i Rolling Stones, Kinks, Yardbirds ed il tutto aveva molto a che fare con l’energia che questi gruppi sprigionavano con la loro musica e durante i loro concerti. Poi quando abbiamo cominciato a fare tour e a provare sempre di più, hanno cominciato ad emergere altre influenze, Queens of The Stone Age, The Hives etc etc…

 

MELODY LANE: Avete suonato al Download Festival, avete condiviso il palco con band del calibro di THIN LIZZY, BLACK STAR RIDERS e EUROPE, avete firmato un contratto discografico con la Nuclear Blast...Insomma tante cose importanti per voi in questi ultimi anni…Qual è stata la piu grande conquista fino ad oggi e qual è il prossimo obiettivo da raggiungere nel breve periodo?
JACK TAYLOR: Il risultato più grande, ad oggi, è stato pubblicare il nostro primo album. Vederlo in vendita negli stessi negozi dove compravamo dischi quando eravamo ragazzi è stata un’esperienza veramente unica. E’ grandioso anche vedere come è stato ben accolto dalla gente e dai media. Per quanto riguarda il futuro, ci piacerebbe andare in tour come headliner nelle grandi arene di tutto il mondo.

MELODY LANE: Cos’è, secondo te, che rende i Tax The Heat diversi dalle altre band e quale delle vostre canzoni definisce al meglio il vostro sound?
JACK TAYLOR: Sebbene siamo influenzati da una vasta gamma di musica, sia del passato che attuale, stiamo cercando di spostare il nostro sound verso nuovi lidi. Non vogliamo essere giusto un’altra band con lo stesso stile di tante altre. Il nostro scopo principale è di continuare a fare sempre qualcosa di nuovo e diverso nel nostro guitar based rock.
Highway Home è forse la canzone più giusta per descrivere al meglio il nostro sound. Cattura gli elementi chiavi di ciò che suoniamo. Un grandissimo coro, tanti riff, melodie accattivanti ed un suono ed un ritmo molto particolari.

MELODY LANE: Andare in tour con musicisti del calibro di J.Tempest, Scott Gorham o Ricky Warwick…Stiamo parlando di vere e proprie leggende per ogni amante dell’hard rock e, per quello che ho letto in giro, vi hanno elogiato e supportato alla grande… 
JACK TAYLOR: Il supporto e l’incoraggiamento che abbiamo ricevuto da queste tre leggende è stato incredibile. Appena Scott ci ha ascoltati gli siamo andati subito a genio e questo ci ha spronati ad avere ancora più fiducia in noi stessi. E’ un piacere andare in tour con persone che hanno raggiunto così tanto nella loro carriera e poter ascoltare le grandi storie che hanno da raccontare.

 

MELODY LANE:Suonerete tantissime date a novembre, com’è la vita in tour? Avete tempo di visitare le città in cui suonate o arrivate, fate il soundcheck, il concerto e nella notte vi dirigete subito in un’altra città? 
JACK TAYLOR: A volte i tour sono molto intensi (anche se divertenti) e si finisce nella solita routine. Per la maggior parte del tempo vediamo l’interno dei van e delle arene, con poco tempo per andare in giro, poiché dobbiamo preparare l’attrezzatura, fare il soundcheck, cenare e poi andare sul palco per lo show. Quando ci capita di avere dei giorni liberi, andiamo in giro a visitare le città o ci riposiamo, ma la nostra priorità è sempre prepararci per fare un grande show sera dopo sera.

 

MELODY LANE: Cosa farete dopo la fine del tour? Avete scritto del nuovo materiale mentre eravate in giro?
JACK TAYLOR: Abbiamo scritto un bel po’ di materiale prima di partire per il tour e continueremo appena torneremo a casa, per tutto l’inizio del nuovo anno. Cercheremo di tornare in tour appena possibile nel 2017 e di partecipare ai festival estivi. Insomma non vediamo l’ora di rifare le stesse cose!!!

 

MELODY LANE: Quando potremo vedere i Tax The Heat come headliner qui in Italia?
JACK TAYLOR: Speriamo che non ci voglia troppo. Ci è piaciuto tantissimo suonare in Italia in questo tour ed è un paese dove vogliamo assolutamente tornare. Inoltre adoriamo il cibo italiano…

 

MELODY LANE: Per chiudere…Un messaggio a tutti i lettori di MELODY LANE…
JACK TAYLOR: Grazie per aver speso un po’ di tempo per leggere questa intervista. Speriamo vi piaccia il nostro album e non vediamo l’ora di tornare in Italia!...Grazie!

 

INTERVISTA IN LINGUA ORIGINALE:

"Tax the heat" is a verse included in the Beatles song Taxman. So Beatles apart... which are your main musical inspirations and why?

When we started the band we were very much focused on bands from the 1960’s, bands like The Rolling Stones, Kinks, Yardbirds etc. It was all to do with the energy that came from their performances and music. Once we started gigging and rehearsing some of our other influences started to come through such as more recent artists like Queens of The Stone Age, The Hives etc. 

 

- You played DOWNLOAD FESTIVAL, you toured with BLACK STAR RIDERS/THIN LIZZY and EUROPE, you signed a deal with Nuclear Blast...Lots of great things for you in the last years, so what has been your biggest achievement to date and what do you want to achieve in the near future?

 

- What do you think Tax The Heat has that makes them stand out from other bands and which song of yours defines the band?

Though we are influenced by a variety of music, past and present, we are trying to take it to new places. We don’t want to be just another band doing the same style as anyone else. Our biggest aim is to keep moving guitar based rock music forward. Highway Home is a real stand out song for us. It captures the key elements of what we do. A big fat chorus, lots of riffs, strong melodies, interesting sounds and grooves. If you like that then you’ll love everything else. 

 

- Can you tell me any good story from being on tour with musicians like J.Tempest, Scott Gorham or Ricky Warwick…​This guys are true legends for every hard rock fan and for what I’ve read you’ve had great support from them…

The support and encouragement we’ve received from all three of these legends is incredible. As soon as Scott heard the band he was into it. It gave us a real confidence boost. It’s a pleasure to be around people who have achieved so much and being able to hear the great stories they have to tell.

 

- You have a really tight schedule in this November, so how is life on tour? Are you travelling on a tour bus around Europe? Have got time to visit the cities in which you play or you just arrive, soundcheck, concert and in the night move to the next city? 

Touring can be quite intense at times (but fun) and you get into a bit of a routine. We mostly see the inside of vans and venues with little time to go and explore as we have load ins and soundchecks to do as well as trying to fit in dinner and then go and perform before travelling to the next show. We do get the occasional day off which means we can go and do some sight-seeing or just recover, but our priority is always to deliver a great performance night after night.

 

- So what’s next for you guys after the end of the tour? Have you been writing new stuff while on tour?

We have wrote quite a lot of new material prior to heading out on this tour and we’ll be continuing to do so after we get home and into the new year. We’ll be looking to get back out on the road asap in 2017 to do some more touring as well as hitting festival season come summer. We’re just looking forward to doing more of the same!

 

- When can we expect to see TAX THE HEAT on an headlining tour here in Italy?

Hopefully that won’t be too long down the road. We absolutely loved playing Italy on this tour and it’s definitely somewhere we want to come back to play. Plus we’re all big fans of Italian food so we can’t wait to have some more of that! 

 

- In the end…A message from you to all MELODY LANE readers.

Thanks for taking the time to read this. We hope you enjoy the album and we look forward to returning to Italy real soon!